CPR Invest Blue Economy

Partecipare al potenziale di crescita sostenibile dell’economia degli oceani

  

  

Vedere il dettaglio del fondo

Cercate ulteriori informazioni ?

Contattate il nostro team dedicato che risponderà nel più breve tempo possibile alle vostre richieste.



Perché investire in questo Comparto?

1. La settima economia mondiale
  • Secondo il WWF, le attività economiche legate agli oceani, la cosiddetta Blue economy, valgono 24 mila miliardi di dollari USA. 
  • Se fossero un paese, gli oceani sarebbero la settima economia del pianeta con un PIL annuo di 2,5 trilioni di dollari (fonte WWF). 
  • Le Nazioni Unite indicano che 200 milioni di persone hanno una occupazione legata direttamente o indirettamente alle industrie ittiche marine.
2. Gli oceani, una risorsa vitale in pericolo
  • Polmoni del nostro pianeta, gli oceani e gli ecosistemi costieri giocano un ruolo fondamentale nell’assorbimento di Co2 e nella regolazione del clima. 
  • Nonostante siano vitali per la nostra sopravvivenza, sono costantemente minacciati dalle attività dell’uomo. 
  • Agire per proteggere gli oceani significa quindi contribuire a limitare le conseguenze delle emissioni di gas serra e impegnarsi a un uso responsabile delle risorse marine.
3. Un approccio sostenibile globale e trasparente
  • Il Comparto mira a sovraperformare i mercati azionari globali nel lungo periodo investendo in azioni internazionali della Blue Economy. 
  • Universo di investimento costruito su due dimensioni: l’uso sostenibile degli oceani e la protezione degli ecosistemi marini. 
  • Approccio sostenibile a 360° che parte dalla definizione dell'universo tematico fino alla costruzione del portafoglio, includendo il dialogo e l'impegno con le aziende oltre al supporto di grandi iniziative legate agli oceani.


Gli oceani in cifre: una risorsa naturale preziosa e da proteggere



L’universo di investimento

Il Comparto mira a sovraperformare i mercati azionari globali nel lungo periodo (minimo 5 anni) investendo in azioni internazionali della Blue Economy, combinando l’uso sostenibile delle risorse marine e la protezione degli ecosistemi marini.

La strategia d'investimento del Comparto prevede la selezione di titoli di società attive in settori economici che hanno un legame diretto o indiretto con il mare e che rispondono anche a rigorosi requisiti in tema di sostenibilità definiti dalla società di gestione. Il lavoro del team di gestione sarà finalizzato a individuare le aziende in grado di partecipare al potenziale di crescita sostenibile dell’economia degli oceani.

Crediamo che l’innovazione e le nuove tecnologie, spinte dall’urgenza di proteggere un ecosistema prezioso e vitale per la Terra e i suoi abitanti, possano creare un’opportunità di valore per gli investitori che intendono coniugare ricerca di rendimento e impegno concreto per l’ambiente.



CPR Invest – Blue Ecomomy è gestito attivamente e nella costruzione del suo portafoglio non vi sono restrizioni legate ad alcun indice di riferimento.

Il processo di investimento integra un approccio sostenibile attraverso criteri ambientali, sociali e di governance, cosiddetto ESG.

A ciascuna società dell’universo investibile viene attribuito un punteggio ESG secondo la metodologia proprietaria di Amundi. Le società con i peggiori punteggi complessivi e quelle con le valutazioni più basse attribuite considerando i criteri più attenti alla tematica (ad esempio biodiversità, inquinamento e gestione delle acque) o che presentano una situazione molto controversa dal punto di vista della sostenibilità vengono escluse dall’universo di investimento.

La politica di investimento sostenibile del Comparto mira a ottenere una intensità di carbonio inferiore rispetto al suo indice di riferimento.

La tematica di investimento è allineata all’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile (SDG) dell’ONU numero 14 ma contribuisce anche al raggiungimento di altri obiettivi, ad esempio sconfiggere la povertà o la lotta al cambiamento climatico.



Punti di attenzione

  • Rischio di perdita del capitale.
  • No guaranteed returns.
  • La variazione dei corsi azionari può avere un impatto negativo sul valore di liquidazione del comparto/FCI.
  • Orizzonte d’investimento raccomandato : minimo 5 anni.
  • Il rischio di cambio non è coperto in modo sistematico per la parte di investimenti effettuata al di fuori dell'area Euro, una diminuzione del tasso di cambio può portare ad una perdita di valore.
  • Il tema dell'investimento è caratterizzato dalle scelte settoriali; quando i mercati finanziari sono guidati da altri settori non correlati, il fondo non può beneficiare della crescita del mercato.
  • Il fondo può presentare un'elevata volatilità dovuta alla composizione del portafoglio o alle tecniche di gestione applicate, il che significa che il valore delle azioni può essere soggetto a forti fluttuazioni verso l'alto e verso il basso in un breve periodo di tempo.

Risk indicator

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
Dal rischio più elevato, Dal rischio più basso,
Rendimento potenzialmente più basso Rendimento potenzialmente più elevato

Performance del fondo